Multinazionale Aerospaziale

Case History: Multinazionale Aerospaziale

Profilo cliente

La Multinazionale Aerospaziale che si è rivolta a MonzaMakers è un’azienda italiana con oltre 4.600 dipendenti nel mondo, di cui 4.000 in Italia, che opera nella progettazione, produzione e manutenzione di componenti e sistemi per l’aeronautica civile e militare.
La Multinazionale Aerospaziale, che possiede impianti produttivi anche in Polonia, attraverso continui investimenti in ricerca e sviluppo e grazie a una consolidata rete di relazioni con le principali università e centri di ricerca internazionali, ha sviluppato un’eccellenza tecnologica e manifatturiera riconosciuta a livello globale: un traguardo testimoniato dalle partnership siglate con i principali operatori mondiali del settore aeronautico.
La mission della Multinazionale Aerospaziale è di creare e sviluppare nuove architetture in grado di abbassare i consumi energetici, rendere i motori degli aerei sempre più leggeri e consentire migliori performance.
Multinazionale Aerospaziale | Case History MonzaMakers

Esigenza del cliente

La Multinazionale Aerospaziale si è rivolta a MonzaMakers con la necessità di avviare una piccola produzione di 20 pezzi di un vaso SIP porta-utensili in alluminio per ricambio macchinario.
Alla forma complessa dell’oggetto, composto da incassi e sbalzi, si aggiunge la necessità di resistere agli sforzi a cui viene sottoposto durante il suo impiego (per sostenere utensili per alesatrici).
Prima di avviare la piccola produzione, comprendente la creazione dello stampo e la successiva colatura del metallo (alluminio), l’azienda cliente ha richiesto un prototipo pre-serie per verificare le misure ed eventualmente modificarle.
Per via dei costi elevati, la Multinazionale Aerospaziale non si era mai affidata prima alla produzione tramite tecnologie tradizionali.

Progetto, soluzioni e vantaggi riscontrati

MonzaMakers ha realizzato un pre-prototipo stampato in 3D con tecnologia FDM (Fused Deposition Modeling) e ha successivamente svolto le fasi di progettazione e rilievo sul pre-prototipo (in PLA, acido polilattico). Svolte tutte le verifiche necessarie, MonzaMakers ha creato lo stampo (positivo) del vaso SIP porta-utensili in resina fotosensibile tramite prototipazione rapida con tecnologia MJP (MultiJet Printing) per garantire una precisione estrema dei dettagli: la stampante 3D ProJet 3510 SD realizza prototipi con una definizione di 32 µm.
Ottenuto lo stampo positivo, è stato realizzato lo stampo negativo tramite fusione a cera persa. Infine si è potuto procedere con l’ultimo passaggio: la colatura di alluminio e la creazione dei 20 pezzi richiesti dalla Multinazionale Aerospaziale.
Vaso SIP porta-utensili per multinazionale aerospaziale | MonzaMakers
Vaso SIP porta-utensili per multinazionale aerospaziale | MonzaMakers
Il grande vantaggio riscontrato riguarda il risparmio di denaro: affidandosi alle tecnologie tradizionali l’azienda cliente avrebbe speso oltre 10mila € esclusivamente per la creazione dello stampo. Affidandosi al service di MonzaMakers, invece, ha speso 9mila € totali (per la creazione dello stampo e la produzione delle 20 unità).
Un ulteriore vantaggio riscontrato riguarda la modifica repentina del prototipo. Con il lavoro già avviato la Multinazionale Aerospaziale – per necessità proprie – ha disposto il rifacimento dello stampo con alcune quote ridefinite. MonzaMakers ha modificato il file 3D in poche ore e ha realizzato un ulteriore stampo con minimi costi aggiuntivi e con tempistiche irrisorie (due giorni lavorativi).
Vaso SIP porta-utensili per multinazionale aerospaziale | MonzaMakers
Vaso SIP porta-utensili per multinazionale aerospaziale | MonzaMakers

Le altre Case History
Logo Citterio Giulio | Case History MonzaMakers
Logo Proxentia | Case History MonzaMakers
Logo Zeno | Case History MonzaMakers
Logo Saiver | Case History MonzaMakers
Logo Flair Academy | Case History MonzaMakers
Logo Fa Luce Lighting Specialists | Case History MonzaMakers
Logo Vega | Case History MonzaMakers

Multinazionale Aerospaziale ultima modifica: 2017-06-13T09:35:27+00:00 da Fabrizio Scalco