Sergio Ramos si rompe il naso: la maschera è stampata in 3D

Sergio Ramos si rompe il naso: la maschera è stampata in 3D | MonzaMakers

Sergio Ramos si rompe il naso: la maschera è stampata in 3D

Se segui il calcio non puoi non conoscere Sergio Ramos: capitano del Real Madrid, capitano della nazionale spagnola, il difensore vanta un palmarès di tutto rispetto che non possiamo non riportare. In carriera ha vinto 4 campionati spagnoli, 2 Coppe del Re, 3 Supercoppe spagnole, 3 Champions League, 3 Supercoppe europee, 2 Mondiali per Club, 1 Mondiale con la Spagna (Sudafrica 2010) e 2 Europei sempre con la Roja (Austria-Svizzera 2008 e Polonia-Ucraina 2012).
Finite le presentazioni veniamo al dunque: cosa c’entra con la stampa 3D? Occorre fare un passo indietro fino al derby della capitale iberica: Atletico Madrid-Real Madrid dello scorso 18 novembre, terminato 0-0 per la gioia del Barcellona, primissimo in Liga. Dicevamo: Sergio Ramos è uscito all’intervallo a causa di un colpo al volto rimediato in un contrasto con Lucas Hernandez e la diagnosi medica ha rivelato che il 31enne si sia fratturato il setto nasale (tant’è che ha saltato anche la partita successiva di Liga contro il Malaga).
Sergio Ramos si rompe il naso: la maschera è stampata in 3D | MonzaMakers
Ebbene il buon Sergio Ramos, per curarsi al meglio e lasciare nulla al caso, ha deciso di affidare la sua riabilitazione a una maschera stampata in 3D. Per effettuare il rilievo dei tratti somatici tramite scansione 3D e poi realizzare la maschera ‘su misura’, il difensore si è rivolto a Younext, una branca specializzata nel 3D dell’azienda Podoactiva, leader in Spagna nel campo delle protezioni medicali. Sergio Ramos sta già utilizzando la sua maschera stampata in 3D durante le sessioni di allenamento, ma il progetto comprende una seconda scansione e una seconda maschera più adatta al ritmo partita, alla tensione e alla necessità di risultare sempre mobili, reattivi e al 100% per 90 minuti. Quello che conta, però, è che le previsioni confermino che la tecnologia 3D potrà diminuire significativamente i tempi di recupero del capitano dei blancos.
Sergio Ramos si rompe il naso: la maschera è stampata in 3D | MonzaMakers
Sergio Ramos si rompe il naso: la maschera è stampata in 3D | MonzaMakers
Sergio Ramos è dunque balzato agli onori delle cronache per la sua scelta innovativa e al passo coi tempi. Ma se proprio vogliamo indagare a fondo, ecco che il reale precursore risulta un altro calciatore. Che, tra l’altro, ora gioca nella Juventus. Si tratta di Mario Mandzukic, uno che quando c’è da combattere non si tira certo indietro. Nel 2014, quando militava proprio a Madrid, ma con la maglia dei colchoneros, anche l’attaccante croato si fratturò il setto nasale e si rivolse proprio a Younext, che anche il quel caso confezionò una maschera stampata in 3D su misura, con MM stampato sullo zigomo e lo stemma dell’Atletico Madrid in mezzo agli occhi.
Sergio Ramos si rompe il naso: la maschera è stampata in 3D | MonzaMakers
Ci teniamo a concludere svelando anche il lato meno drammatico delle maschere stampate in 3D. Noi di MonzaMakers abbiamo effettuato lo stesso servizio di scansione 3D del volto e stampa 3D di una maschera. In quel caso, però, si trattava di cosplay
Sergio Ramos si rompe il naso: la maschera è stampata in 3D | scansione 3D | MonzaMakers
Sergio Ramos si rompe il naso: la maschera è stampata in 3D | scansione 3D | MonzaMakers
Ti è stato utile questo articolo? L’hai trovato scontato? Hai qualcosa da aggiungere? Condividilo sui social network e/o lascia un commento!
Sergio Ramos si rompe il naso: la maschera è stampata in 3D ultima modifica: 2017-11-27T10:43:26+00:00 da Fabrizio Scalco

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *