Fidget Spinner: cosa sono e cosa c’entrano con la stampa 3D?

Fidget Spinner | stampa 3D | MonzaMakers

Fidget Spinner: cosa sono e cosa c’entrano con la stampa 3D?

Cosa sono i fidget spinner? Da dove arrivano? Perché ultimamente si sente parlare di fidget spinner sempre più frequentemente? A cosa servono? Come funzionano? Chi li ha inventati? Cosa c’entrano i fidget spinner con la stampa 3D?
Un po’ di pazienza: a tutte queste domande risponderemo nelle prossime righe, un passo alla volta. Quello che è importante che sappiate fin da subito è che i fidget spinner, che già sono diventati virali, presto entreranno in tutte le case e conquisteranno il mondo più di quanto non lo abbiano già fatto.
Fidget Spinner | stampa 3D | MonzaMakers
Fidget Spinner | stampa 3D | MonzaMakers
Le mamme stiano tranquille: non è nulla di diseducativo. I fidget spinner, anzi, nascono come strumento alleato dei bambini che soffrono di stress e di difficoltà di concentrazione. L’importante è, come in ogni cosa, monitorare l’utilizzo che ne viene fatto, soprattutto dove e quando, perché i fidget spinner possono anche sortire l’effetto contrario a quello desiderato. Ovvero: distrarre i bambini proprio quando è più importante che stiano bene attenti.
Ma ora entriamo nel dettaglio per vedere di cosa si trattino questi sempre più popolari fidget spinner.

Cosa sono i fidget spinner?

I fidget spinner non sono altro che dei giocattoli anti-stress, strutturati come delle specie di trottole che girano attorno a un cuscinetto a sfera che svolge il ruolo di perno centrale. Questa ‘trottola’ continua quindi a ruotare attorno all’asse principale di rotazione. Il nome è composto da due parole: spinner (trottola) e fidget [agitarsi], che rendono perfettamente l’idea.

Come funzionano i fidget spinner?

Superato il primo scoglio, ovvero la definizione di fidget spinner, passiamo al suo funzionamento. Il perno centrale, ovvero il cuscinetto a sfera, si tiene con due dita della mano (pollice e indice, generalmente), e con un colpetto di una delle altre dita si spinge una delle ‘sporgenze’ del fidget spinner (solitamente, nella versione basilare, 2 o 3). La rotazione può durare da qualche secondo a qualche minuto, ma si può ‘ravvivare’ con un altro colpetto su una delle sporgenze tutte le volte che si desidera.

Che scopo hanno i fidget spinner?

Eccoci giunti al succo del discorso: a cosa servono i fidget spinner?. Questo giocattolo, come dicevamo, è stato concepito per essere un efficace strumento anti-stress (allevia lo stress) e per favorire la concentrazione mentale, soprattutto in quei bambini con una soglia di attenzione molto bassa, che faticano a mantenere un sufficiente livello di attenzione volontaria importantissimi in determinati ambiti in cui l’ascolto è fondamentale, come le lezioni scolastiche, i corsi di apprendimento, le conferenze e situazioni simili. In particolare i fidget spinner sono efficaci per assolvere queste funzioni negli individui che non riescono a mantenere l’attenzione volontaria con soli stimoli esterni, visivi o uditivi, che escludono il movimento e implicano l’immobilità. C’è una solo controindicazione ed è quella per cui all’inizio invitavamo comunque i genitori a monitorare l’utilizzo che ne fanno i propri figli: negli Stati Uniti, da dove è partita la mania dei fidget spinner, questi giocattoli a scuola hanno finito per fare il contrario di quello per cui sono stati inventati, ovvero distrarre i bambini: in qualche caso la moda dei fidget spinner ha portato gli alunni a passarsi questi giocattoli di mano in mano durante le spiegazioni dell’insegnante, o a scambiarsi modelli differenti, o in generale a favorire l’interazione tra gli studenti causandone distrazione.
In sostanza: i fidget spinner potrebbero essere utilissimi a casa, mentre si fanno i compiti; ma in classe il loro utilizzo potrebbe al contrario essere dannoso.

Le origini dei fidget spinner

Ma da dove arrivano i fidget spinner? Chi li ha inventati? Un prodotto così utili ai bambini non poteva certo che nascere dall’ingegno di una madre. Anno 1993, Stati Uniti, precisamente a Orlando, in Florida: Catherine A. Hettinger, che in quel periodo era affetta da una seria malattia neuromuscolare che provoca debolezza muscolare fluttuante e affaticabilità (la miastenia gravis) inventò il fidget spinner. Quattro anni più tardi, nel 1997, si decise a brevettare il suo prodotto: fiduciosa, lo propose a diverse aziende produttrici di giocattoli, tra cui la celeberrima Hasbro, ma non ricevette le attenzioni adeguate e l’oggetto cadde nel dimenticatoio. Anche perché, nel 2005, allo scadere del brevetto, la Hettinger decise di non rinnovarlo anche a causa delle sue difficoltà economiche: il rinnovo del brevetto avrebbe implicato un costo annuo di 400 dollari, una cifra troppo alta per le finanze della donna che ora ha più di 60 anni. La beffa è stata che allo scadere del brevetto le aziende di giocattoli si sono interessate ai fidget spinner, trasformandoli in aggeggi che virali è dire poco.

Perché fidget spinner e stampa 3D vanno a braccetto?

Di fidget spinner se ne vedono di innumerevoli forme, innumerevoli dimensioni e innumerevoli materiali. Ed è proprio per questo che fidget spinner e stampa 3D sono strettamente legati tra loro. La stampa 3D permette infatti di dare libero sfogo alla creatività e riprodurre un’infinità di fidget spinner completamente personalizzabili e molto molto più originali rispetto ai modelli base che ormai si trovano facilmente anche nelle edicole e nelle cartolerie. Con una stampante 3D e soprattutto con delle conoscenze di modellazione 3D, se ne possono creare migliaia, tutti diversi tra loro. Anzi, davvero unici.
Ma se non sapete modellare in 3D non serve disperarvi, a consigliarvi i modelli migliori ci pensiamo noi, mostrandovi i fidget spinner più belli che si trovano sul web (su Thingiverse piuttosto che su Cults3D o altri siti simili) e mettendo a vostra disposizione, GRATUITAMENTE i file 3D in formato STL dei migliori fidget spinner in circolazione.
Non resta che seguirci!
Fidget Spinner | stampa 3D | MonzaMakers

I migliori Fidget Spinner? Sono quelli stampati in 3D!


Ti è stato utile questo articolo? L’hai trovato scontato? Hai qualcosa da aggiungere? Condividilo sui social network e/o lascia un commento!
Fidget Spinner: cosa sono e cosa c’entrano con la stampa 3D? ultima modifica: 2017-06-05T11:23:09+00:00 da Fabrizio Scalco

Share this post