ProMatte: il materiale che elimina la post-produzione, ma anche no

ProMatte: il materiale che elimina la post-produzione, ma anche no

È stato ideato e fabbricato da Type a Machines in collaborazione con Polymaker: si chiama ProMatte e potrebbe rappresentare (ora è davvero presto per dirlo) una grande svolta nella stampa 3D ‘a filo’, a tecnologia FDM.
Per ora può essere utilizzato solamente su due stampanti della linea di Type a Machines – la Series 1 e la Print Pod -, ma non è escluso che presto ProMatte possa conquistare una bella fetta di mercato. Le sue caratteristiche, sulla carta, depongono infatti a suo favore. A partire dall’opacità del prodotto finito, che nasconde naturalmente i famosi ‘gradini’ tra un layer e l’altro ben visibili a occhio nudo. Ne guadagna quindi l’oggetto finito, che presentandosi in questo modo necessita di meno post-produzione. O forse la rende totalmente inutile.
Dall’altra parte le caratteristiche di ProMatte permettono di intervenire con una post-produzione molto più netta e ‘invasiva’. Può infatti essere levigato, burattato, trattato con la fiamma ossidrica e addirittura scolpito con l’aiuto di una lama affilata, laddove si voglia intervenire sui dettagli anche più piccoli.
Rispetto al PLA la gamma di colori disponibile è assolutamente inferiore. Sono solo due le varianti – nero e bianco avorio -, ma rispetto a quello che forse diventerà il suo antenato ProMatte può vantare un peso inferiore del 30% circa rispetto all’acido polilattico ed è anche molto più flessibile e malleabile, caratteristiche che gli permettono di essere piegato maggiormente prima che si spezzi.
Un piccolo dettaglio che renderà però più comoda la vita dei makers: la bobina è trasparente, così man mano che si utilizza il filamento si può comunque controllare quanto ne manca prima di terminare la bobina. Questo può scongiurare stampe rischiose, fatte partire sperando che il materiale non esaurisca proprio sul più bello.
Di seguito le caratteristiche di ProMatte:
Temperatura del piatto: 60 ˚C
Punto di fusione: 150-160 ˚C
Densità: ~0.8 g/cm3
Diametro: 1.75mm
Temperatura di stampa: 210-240 ˚C
Temperatura del piatto: 50 ˚C raccomandato, ma non obbligatorio
Accorgimenti per il piatto: Colla sul vetro
Dimensioni/peso bobina: 230 metri / 500 grammi
Ti è stato utile questo articolo? L’hai trovato scontato? Hai qualcosa da aggiungere? 
Condividilo sui social network e/o lascia un commento!
ProMatte: il materiale che elimina la post-produzione, ma anche no ultima modifica: 2016-03-04T01:04:11+00:00 da Fabrizio Scalco

Share this post