Mattel lancia ThingMaker: i bimbi si stamperanno i giochi in 3D

ThingMaker, la stampante 3D creata dall'azienda di giocattoli Mattel.

Mattel lancia ThingMaker: i bimbi si stamperanno i giochi in 3D

I ‘bambini un po’ cresciuti’, soprattutto quelli che hanno passato un’allegra infanzia nei nostalgici anni ’90, si ricorderanno sicuramente ‘La fabbrica dei mostri’, celebre gioco distribuito da Gig (“DA GIG!”, urlava la voce fuori campo nello stacchetto finale dello spot televisivo) che altro non era che uno speciale piccolo forno. Sul piano che andava inserito in cottura c’erano degli stampini, a forma di mostri vari per l’appunto, in cui si versava un particolare liquido colorato che al calore solidificava producendo mostruose creature di gelatina. Come si suol dire “ne è passata di acqua sotto i ponti” e i bambini di questi tempi potranno dare sì vita ai loro mostri personalizzati (o ad animali, a personaggi, umanoidi, dinosauri, ecc ecc), ma ben più articolati. Tutto questo grazie a un’altra celeberrima casa produttrice di giocattoli, la Mattel, che ha dato vita a ThingMaker.
ThingMaker, la stampante 3D creata dall'azienda di giocattoli Mattel.
Di cosa si tratta? Ma di una stampante 3D naturalmente! ThingMaker – che sarà in vendita dal prossimo autunno a soli 300 dollari (per ora è possibile solo fare il pre-ordine) – è una classica stampante 3D desktop dalla forma squadrata e accattivante per i gusti di un bambino e che funziona con tecnologia FDM (Fused Deposition Modeling). È stata pensata in piena sicurezza: nel momento in cui il materiale inizia a essere estruso e ha quindi inizio la prototipazione rapida dei giocattoli, lo sportellino si chiude per salvaguardare il giovane maker, ma essendo trasparente gli permette di osservare la sua creazione e gustarsi la crescita layer per layer.
ThingMaker, la stampante 3D creata dall'azienda di giocattoli Mattel.
Il suo funzionamento è strettamente legato all’app ThingMaker Design, disponibile per iOS e per Android, praticamente un infinito database di parti assemblabili già modellate in 3D (parti del corpo, accessori, oggetti e chi più ne ha più ne metta) che, scelte una per una, vanno a comporre un gioco unico, ideato e progettato direttamente dal bambino. Per rendere l’idea, qui sotto vi mostriamo lo scheletro che noi di MonzaMakers avevamo stampato proprio con TinkerPlay (app attiva da molto prima dell’invenzione della stampante 3D ThingMaker e relativa app, che come TinkerPlay è sviluppata da Autodesk) in occasione di Halloween 2015.
Tutte le parti scelte, che andranno a comporre il personaggio, vengono posizionate su un ipotetico piatto direttamente dall’app, divise per colore così da ottimizzare i tempi di stampa. A questo punto è possibile salvare il file .stl o l’immagine sul proprio dispositivo (per utilizzare l’app ThingMaker Design l’iPad è davvero comodissimo) oppure caricarli su Drive.
L'app ThingMaker Design creata per stampare in 3D con Mattel.
Aslan Appleman, senior director Mattel, ha presentato il progetto di stampa 3D della sua azienda: “ThingMaker è un progetto pensato per i bambini dai 13 anni in su. Allarga i confini dell’immaginazione nel gioco, dando alle famiglie innumerevoli modi per personalizzare i giocattoli e lasciare che la loro immaginazione corra senza limiti”.
È proprio per questo che azzardiamo: la fase di progettazione secondo noi è adatta anche a bambini più piccoli di 13 anni, vista l’estrema semplicità. Per quanto riguarda il caricamento del file 3D sulla stampante, magari è meglio che i minori di 13 anni siano accompagnati dai genitori o da qualcuno più grande.
ThingMaker, la stampante 3D creata dall'azienda di giocattoli Mattel.
L'app ThingMaker Design creata per stampare in 3D con Mattel.
Mattel comunque ha pensato proprio a tutto e per gestire ogni passaggio ‘in casa’. A tal punto da avere creato anche i propri materiali: bobine di filamento plastico colorate. D’altronde la gigantesca azienda di giocattoli ha già annunciato che il proprio futuro sarà ampiamente indirizzato alla stampa 3D, ThingMaker a parte: a quanto pare i bambini nel futuro prossimo potranno crearsi da sé gli accessori anche per altri importantissimi brand di Mattel, come addirittura Hot Wheels e Barbie.
ThingMaker, la stampante 3D creata dall'azienda di giocattoli Mattel.
Ti è stato utile questo articolo? L’hai trovato scontato? Hai qualcosa da aggiungere? 
Condividilo sui social network e/o lascia un commento!
Mattel lancia ThingMaker: i bimbi si stamperanno i giochi in 3D ultima modifica: 2016-02-17T12:19:23+00:00 da Fabrizio Scalco

Share this post