Protesi di zampe stampate in 3D per l’husky Derby

Protesi di zampe stampate in 3D per l’husky Derby

Non solo prototipi estetici, non solo oggetti di design: la stampa 3D corre in aiuto davvero di chiunque, per ogni evenienza. Anche in aiuto dei nostri amici animali. È il caso di un simpatico cagnolone che vive negli Stati Uniti, per la precisione a New York. Il suo nome è Derby, è nato con una grave malformazione alle zampe anteriori e ora, grazie alla prototipazione rapida, può condurre una vita perfettamente ‘normale’ con due protesi su misura.
La 3D System, celeberrima azienda di stampa 3D statunitense con sede a Rock Hill, in South Carolina, dopo aver conosciuto la storia di questo sfortunato esemplare di husky di 2 anni costretto a camminare sulle zampe posteriori e a strisciare il petto a terra per spostarsi, ha deciso di regalare una vita più semplice alla bestiola e alla sua padrona, Sherry Portonva.
Il cane Derby e le sue protesi per zampe anteriori stampate in 3D.
Il cane Derby e le sue protesi per zampe anteriori stampate in 3D.
Per questo nel dicembre del 2014 il colosso americano della prototipazione rapida ha sfornato un paio di zampe artificiali che hanno permesso a Derby di correre e scorrazzare come un cane normodotato. Tuttavia con quel modello di protesi l’animaletto si trovava ad assumere una posizione scorretta, ovvero risultava essere troppo piegato in avanti.
3D System ha quindi lavorato giorno e notte per creare un nuovo modello che permettesse a Derby di mantenere una postura perfetta e confortevole e di muoversi nel pieno delle sue facoltà come tutti i suoi amici a quattro zampe. Basti pensare che può addirittura sedersi e appoggiarsi stabilmente alle sue nuove protesi.
Il cane Derby e le sue protesi per zampe anteriori stampate in 3D.
Il cane Derby e le sue protesi per zampe anteriori stampate in 3D.
“Il nostro primo design circolare ‘Blade’ è stato un successo, così la nostra idea iniziale era quella di scalare semplicemente il modello del dicembre 2014 – hanno fatto sapere dall’azienda statunitense -. Quello che non avevamo considerato, però, era che mentre saremmo riusciti a elevare Derby alla giusta altezza, il risultato del progetto in scala sarebbe stato troppo scomodo e i movimenti sarebbero risultati sgraziati e goffi”.
E infatti le nuove zampe anteriori artificiali sono state create con un modello differente e un materiale più duro che permette alla protesi di comportarsi come se ci fosse una vera articolazione, un ginocchio in grado di muoversi secondo il principio del ‘give-and-take’.
“Derby si trova molto bene con le sue nuove protesi – ha dichiarato la padrona, Sherry Portonva -. L’anno scorso è stato incredibile per lui e per anche per noi, non vediamo l’ora di sapere quali altre sorprese ci riserverà il futuro”.
Ti è stato utile questo articolo? L’hai trovato scontato? Hai qualcosa da aggiungere? 
Condividilo sui social network e/o lascia un commento!
Protesi di zampe stampate in 3D per l’husky Derby ultima modifica: 2016-01-13T10:30:55+00:00 da Fabrizio Scalco

Share this post