Print Green: dalla Slovenia per stampare terra e piante

Print Green, la stampante che crea oggetti con una miscela di terra, acqua e semi di erba.

Print Green: dalla Slovenia per stampare terra e piante

Praticamente all’ordine del giorno si legge di nuovi materiali estrudibili per la produzione additiva professionale, ma certo non si era ancora mai sentito parlare di un prototipo stampato in 3D… vivente! Almeno fino alla nascita del progetto sviluppato all’Università di Maribor – nel dipartimento ‘Belle Arti’, facoltà di Scienze dell’Educazione – chiamato Print Green (in sloveno ‘Tiskaj Zeleno’).
Print Green, la stampante che crea oggetti con una miscela di terra, acqua e semi di erba.
Print Green, la stampante che crea oggetti con una miscela di terra, acqua e semi di erba.
Il team composto da Maja Petek, Tina Zidanšek, Urška Skaza, Danica Korošec e Simon Tržan, coordinato da Dušan Zidar, ha infatti sviluppato una particolare stampante 3D in grado di creare oggetti di design con una particolare miscela di terriccio, acqua e semi di erba.
Print Green, la stampante che crea oggetti con una miscela di terra, acqua e semi di erba.
Print Green, la stampante che crea oggetti con una miscela di terra, acqua e semi di erba.
Con Print Green, in sostanza, non viene scaldato e depositato un filamento di materiale plastico, ma si utilizza il composto organico per dare vita a qualsiasi forma che ‘magicamente’ prenderà vita nel momento in cui spunteranno i fili di erba, naturalmente se ci si prende cura dell’oggetto con le dovute accortezze, come se fosse il classico vaso per fiori con terra e semi. Questa interessante stampante 3D a controllo numerico (CNC) deposita la miscela organica su un apposito piatto di polistirene compresso (Styrodur) ricoperto di feltro nero e sostenuto da materiale spugnoso.
Print Green, la stampante che crea oggetti con una miscela di terra, acqua e semi di erba.
Print Green, la stampante che crea oggetti con una miscela di terra, acqua e semi di erba.
Il risultato di Print Green è dunque trasversale a più discipline: non si tratta di mero artigianato o mera lavorazione di materiali estrusi, ma un mix vincente di arte, design, giardinaggio creativo e amore per la natura con risultati eccellenti a livello ecologico. Come spiegato dai ricercatori sloveni che hanno inventato questa macchina rivoluzionaria, infatti, se lo slogan seguito dai makers era “pensa prima di stampare”, questo si è trasformato in “stampa pure, ché tanto è ‘green’”.
Print Green, la stampante che crea oggetti con una miscela di terra, acqua e semi di erba.
Print Green, la stampante che crea oggetti con una miscela di terra, acqua e semi di erba.
Questo perché la creazione di rifiuti tossici è praticamente pari a zero. Nonostante (alla lunga) tanti materiali utilizzati nella prototipazione rapida siano poco impattanti sull’ambiente o addirittura biodegradabili (il PLA, ad esempio, è costituito da amido di mais, patate, radici di tapioca, cereali e persino barbabietole), i prodotti ‘sfornati’ da Print Green sono perfettamente integrabili con l’ambiente e assolutamente non inquinanti. Anzi, si può dire che la nascita di piante dall’oggetto stampato vi influisca positivamente perché ‘crea natura’.
Print Green, la stampante che crea oggetti con una miscela di terra, acqua e semi di erba.
Print Green, la stampante che crea oggetti con una miscela di terra, acqua e semi di erba.
Il sito internet del progetto Print Green: http://print-green.org/
Ti è stato utile questo articolo? L’hai trovato scontato? Hai qualcosa da aggiungere? 
Condividilo sui social network e/o lascia un commento!
Print Green: dalla Slovenia per stampare terra e piante ultima modifica: 2016-01-27T16:25:15+00:00 da Fabrizio Scalco

Share this post