La svolta di MonzaMakers: è arrivata la ProJet

La svolta di MonzaMakers: è arrivata la ProJet

L’abbiamo ordinata, l’abbiamo aspettata a lungo con l’acquolina in bocca, abbiamo pregustato il momento della consegna. Quel momento, finalmente, è arrivato. Squillino le trombe, il nostro parco macchine è cresciuto: abbiamo la nostra ProJet 3510 SD della 3D Systems! Vogliamo rendervi tutti partecipi del nostro entusiasmo condividendo il video dello ‘spacchettamento’…
Quando il corriere ha fatto il suo ingresso nella nostra sede di via Cappuccina 63, a Lissone, abbiamo subito capito che questo avrebbe rappresentato la svolta per la nostra azienda: alle stampanti 3D a tecnologia FDM (Fused Deposition Modeling) si è aggiunto questo portento a tecnologia MJP (MultiJet Printing).

COSA CAMBIA? CLICCA QUI PER LA TECNOLOGIA FDM, CLICCA QUI PER LA TECNOLOGIA MJP.

Con la ProJet 3510 SD si aprono nuovi scenari per MonzaMakers. Alla clientela ‘di base’ e ai privati con necessità di stampe in 3D relativamente semplici e di uso comune, si aggiunge una nuova ampia fetta di clienti. Ovvero i professionisti e le aziende che necessitino di prototipi estremamente performanti e durevoli nel tempo, inavvicinabili per precisione e accuratezza. Un paio di esempi qui sotto.
Oggetto stampato con la ProJet 3510 SD
Oggetto stampato con la ProJet 3510 SD
Per questo moltissime imprese ricorrono alla ProJet 3510 SD per prove funzionali, prototipi di ingegneria, prototipi estetici, oggetti di design, oggetti meccanici, dell’automotive, per il settore elettronico fino a stampi per ricavare repliche siliconiche. Insomma, il risultato è garantito al 100% grazie alle spiccate caratteristiche meccaniche degli oggetti prodotti.
Eccola, lei è la nostra ProJet 3510 SD:
La ProJet 3510 SD di 3D System nella sede di MonzaMakers.
La ProJet 3510 SD di 3D System nella sede di MonzaMakers.
La ProJet 3510 SD di 3D System nella sede di MonzaMakers.
COME FUNZIONA? – Il materiale utilizzato dalla ProJet 3510 SD è una resina plastica allo stato liquido, che viene depositata da 618 ugelli strato per strato. Viene inoltre ‘versata’ una cera solubile (VisiJet® S300) che andrà a comporre i supporti. Dopo questo passaggio il piatto di stampa si sposta sotto una lampada: al contatto con i raggi UV che emana, la resina si indurisce. Una volta che l’oggetto è pronto e interamente stampato, questo viene inserito in un apposito forno a 65° che scioglie perfettamente la cera di supporto. A questo punto l’oggetto è davvero pronto: si può estrarre dal forno e constatare la perfezione della superficie, assolutamente liscia e senza alcun residuo di cera.
Grazie alla perfezione del prodotto finale, la ProJet 3510 SD soddisfa le esigenze di un altro settore da non sottovalutare: il modellismo. Tantissimi appassionati ricorrono alla tecnologia MJP per ottenere parti uniche, molto dettagliate, anche per stampe in 3D di dimensioni esigue (la foto qui sotto mostra una cloche che abbiamo stampato per il modello di una barca). Basterà inviarci il file 3D di ciò che si vuole stampare e noi creeremo; oppure, se non si dispone del file 3D, possiamo farlo noi grazie al nostro servizio di modellazione 3D.
Oggetto prodotto tramite stampa 3D a tecnologia MJP (MultiJet Printing), in resina, con una ProJet 3510 SD.
UN PO’ DI DATI – Il volume di costruzione netto (xyz) è di tutto rispetto: 298 x 185 x 203 millimetri. Alle dimensioni molto soddisfacenti, si aggiunge una risoluzione magnifica: 375 x 375 x 790 DPI (xyz), strato di 32 µ (micron) effettivi.

Il 'cuore' della ProJet 3510 SD

Foto evento EFFETTO 3D - stampa 3D per architettura e industria meccanica
Foto evento EFFETTO 3D - stampa 3D per architettura e industria meccanica
Foto evento EFFETTO 3D - stampa 3D per architettura e industria meccanica
Foto evento EFFETTO 3D - stampa 3D per architettura e industria meccanica
Foto evento EFFETTO 3D - stampa 3D per architettura e industria meccanica
Foto evento EFFETTO 3D - stampa 3D per architettura e industria meccanica
Foto evento EFFETTO 3D - stampa 3D per architettura e industria meccanica
Foto evento EFFETTO 3D - stampa 3D per architettura e industria meccanica
Foto evento EFFETTO 3D - stampa 3D per architettura e industria meccanica
I materiali utilizzati dalla ProJet 3510 SD sono stati creati appositamente da 3D Systems. Ecco l’elenco: VisiJet® M3-X, VisiJet® M3 Black, VisiJet® M3 Crystal, VisiJet® M3 Proplast, VisiJet® M3 Navy, VisiJet® M3 Techplast.
Per visualizzare la scheda completa della ProJet 3510 SD di 3D Systems, CLICCA QUI.
Ti è stato utile questo articolo? L’hai trovato scontato? Hai qualcosa da aggiungere? 
Condividilo sui social network e/o lascia un commento!
La svolta di MonzaMakers: è arrivata la ProJet ultima modifica: 2016-01-20T11:44:32+00:00 da Fabrizio Scalco

Share this post