Il cocktail perfetto? È ‘stampato in 3D’

Somabar Robotic Bartender è una sorta di stampante 3D capace di creare cocktail davvero perfetti.

Il cocktail perfetto? È ‘stampato in 3D’

Cocktail troppo annacquati? O, al contrario, drink estremamente alcolici difficili anche da deglutire sorso per sorso? Si sa, bere bene (così come mangiare bene) è un piacere della vita e incappare in qualche barman inesperto che violenta la ricetta del proprio cocktail preferito non è mai piacevole, per usare un eufemismo. Da oggi è possibile evitare la fatica di girare per locali alla ricerca del barista di fiducia… perché il barista di fiducia, robotico, può essere collocato direttamente a casa propria.
Stiamo parlando di un’invenzione presentata al CES 2016 di Las Vegas (al pari della Polaroid e della Mcor ARKè, che abbiamo già trattato): la Somabar Robotic Bartender. Si tratta di una particolarissima stampante 3D che crea appunto cocktail perfetti, depositati non su un piatto ma… in un bicchiere. Il meccanismo infatti è identico a quello della prototipazione rapida: vengono caricati gli ingredienti in contenitori singoli e la macchina estrude la ricetta ideale.
Somabar Robotic Bartender è una sorta di stampante 3D capace di creare cocktail davvero perfetti.
Già, ma come può Somabar Robotic Bartender conoscere tutto il campionario di cocktail esistenti? Nessun corso da sostenere in qualche accademia: basta semplicemente scaricare l’app sul proprio smartphone e accedere alla lunga lista di bevande (totalmente personalizzabili), inviare alla macchina, tramite Wi-Fi, il cocktail desiderato e… il gioco è fatto!
A noi piace considerare questa simpatica creazione tecnologica all’interno della stampa 3D, in questo caso applicata alla cucina. Questo perché Somabar Robotic Bartender dà vita al cocktail perfetto tramite una sorta di produzione additiva. Scordatevi bobine di PLA o vasche di resina, chiaramente: gli ingredienti – rigorosamente allo stato liquido – vengono caricati in sei serbatoi cilindrici di vetro (tre per lato), la macchina da ognuno risucchia il quantitativo necessario e combina alcolici e analcolici calcolando matematicamente le once necessarie. I serbatoi, tra l’altro, sono rimovibili, posizionabili in frigorifero nello scomparto per le bottiglie (le dimensioni lo permettono), lavabili in lavastoviglie e trasportabili.
Somabar Robotic Bartender è una sorta di stampante 3D capace di creare cocktail davvero perfetti.
Somabar Robotic Bartender è inoltre un oggetto di design che si inserisce perfettamente nel contesto della cucina garantendo anche un’ottima igiene: dopo ogni cocktail creato, infatti, la particolare stampante 3D alimentare emette tanti piccoli getti d’acqua nel vano in cui si posiziona il bicchiere.
Per il momento Somabar Robotic Bartender è solamente pre-ordinabile su kickstarter in cinque diversi colori: bianco, nero, rosso, blu e arancione.
Ti è stato utile questo articolo? L’hai trovato scontato? Hai qualcosa da aggiungere? 
Condividilo sui social network e/o lascia un commento!
Il cocktail perfetto? È ‘stampato in 3D’ ultima modifica: 2016-01-11T10:41:52+00:00 da Fabrizio Scalco

Share this post