Adidas: scarpe stampate in 3D con plastica degli oceani

Il prototipo della scarpa Adidas stampata in 3D con plastica degli oceani riciclata.

Adidas: scarpe stampate in 3D con plastica degli oceani

Un mare di idee per la multinazionale a base tedesca Adidas: dopo aver rivoluzionato la gamma di prodotti per lo sport – di qualsiasi sport – e dopo aver acquistato l’app Runtastic nell’aprile del 2015 per la bellezza di 220 milioni di euro (bruscolino più, bruscolino meno), l’azienda ha deciso di fare una gigantesca virata ecologica.
In collaborazione con ‘Parley for the Oceans’, un’organizzazione fondata dal designer Cyrill Gutsch la cui mission è ridurre la quantità di rifiuti plastici negli oceani, Adidas ha ideato un nuovo prodotto davvero ‘green’. Ovvero una scarpa stampata in 3D utilizzando per l’appunto la plastica recuperata dalle acque oceaniche. Per ora è solamente un prototipo, ma gli obiettivi da raggiungere sono parecchi e sembrano alla portata di mano: diminuire la quantità di rifiuti inquinanti nei mari, salvaguardare gli animali che con questi rifiuti potrebbero morire (ingerendoli o strozzandocisi), incrementare il riciclo e di conseguenza limitare lo spreco.
Il prototipo della scarpa Adidas stampata in 3D con plastica degli oceani riciclata: la suola.
Il prototipo della scarpa Adidas stampata in 3D con plastica degli oceani riciclataIl prototipo della scarpa Adidas stampata in 3D con plastica degli oceani riciclata.
“Ripensare il design e aiutare a eliminare l’inquinamento negli oceani”. Questo, sintetizzando, è il motto pensato da Adidas per questa iniziativa. Nel dettaglio il progetto della scarpa prevede che la parte superiore sia creata con varie plastiche ‘marine’ riciclate, mentre per la suola – rigorosamente stampata in 3D – vengono utilizzati (e quindi estrusi) poliestere riciclato e gli ‘imbrocchi’, le particolari reti da pesca che vengono ancorate sul fondale con appositi pesi.
L’impegno di Adidas per la salvaguardia dell’ambiente non si limita alle scarpe stampate in 3D e quindi alla parte ‘di produzione’, ma si estende anche agli shop. Per la vendita al dettaglio l’obiettivo dichiarato è quello di fare ricorso il meno possibile ai sacchetti in plastica di difficile smaltimento e oggettivamente superflui. E c’è di più: è stato anche posto un limite temporale per il raggiungimento del traguardo: la fine del primo quadrimestre del 2016.
Tornando alla scarpa ‘ecologica’, Adidas ha diffuso un video che spiega come il prototipo viene realizzato: il progetto di chiama ‘Adidas Futurecraft 3D’ e mostra l’enorme potenzialità di potersi stampare delle calzature su misura, uniche e totalmente personalizzabili a seconda dei gusti e delle necessità del cliente.
Ti è stato utile questo articolo? L’hai trovato scontato? Hai qualcosa da aggiungere? 
Condividilo sui social network e/o lascia un commento!
Adidas: scarpe stampate in 3D con plastica degli oceani ultima modifica: 2016-01-25T11:40:45+00:00 da Fabrizio Scalco

Share this post